Assistenza fiscale

Modell Redditi

Da noi, la dichiarazione dei redditi è in mani sicure

Che cos’è il modello Redditi

Il Modello Redditi è un modello unificato tramite il quale è possibile presentare la dichiarazione fiscale ed è composta da:

FASCICOLO 1 (obbligatorio per tutti i contribuenti) suddiviso in:

  • FRONTESPIZIO, costituito da tre facciate: la prima con i dati che identificano il dichiarante e l’informativa sulla privacy, la seconda e la terza che contengono informazioni relative al contribuente e alla dichiarazione;
  • Prospetto dei familiari a carico, i quadri RA(redditi dei terreni), RB (redditi dei fabbricati),RC (redditi di lavoro dipendenti e assimilati), RP(oneri e spese), LC (cedolare secca sulle locazioni), RN (calcolo dell’Irpef), RV (addizionali all’Irpef), CR (crediti d’imposta),DI(dichiarazione integrativa), RX (risultato della dichiarazione).

FASCICOLO 2 che contiene:

  • I quadri necessari per dichiarare i contributi previdenziali e assistenziali e gli altri redditi da parte dei contribuenti non obbligati alla tenuta delle scritture contabili, nonché il quadro RW (investimenti all’estero) ed il quadro AC (amministratori di condominio);
  • Le istruzioni per la compilazione della dichiarazione riservata ai soggetti non residenti;
  • I quadri necessari per dichiarare gli altri redditi da parte dei contribuenti obbligati alla tenuta delle scritture contabili.

I contribuenti che hanno percepito solo redditi di lavoro dipendente, terreni o fabbricati, compilano il Fascicolo 1 del modello REDDITI.

I titolari di partita IVA devono compilare il Fascicolo 1 e gli eventuali quadri aggiuntivi contenuti nei Fascicoli 2 e 3.

I contribuenti tenuti a dichiarare investimenti all’estero e trasferimenti da, per e sull’estero, devono compilare il quadro RW contenuto nel Fascicolo 2.

Chi è tenuto alle comunicazioni come amministratore di condominio, deve compilare il quadro AC contenuto nel Fascicolo 2.

I contribuenti che presentano il modello 730/2020, in alcune ipotesi particolari come, ad esempio, quelle riguardanti i soggetti che devono dichiarare alcuniredditi di capitale di fonte estera, capital gains e/o investimenti all’estero, devono presentare anche i quadri RM, RT e RW, insieme al Frontespizio del modello REDDITI. In alternativa, i contribuenti possono utilizzare integralmente il modello REDDITI.

I contribuenti interessati alla presentazione del modello Redditi 2020 possono rivolgersi al Caf ed avere assistenza per:

  • L’elaborazione del modello presentato;
  • Il calcolo dei versamenti e la predisposizione delle deleghe di pagamento;
  • La trasmissione della dichiarazione.

A differenza del modello 730 in presenza di sostituto d’imposta, nel Modello Redditi i versamenti delle imposte sono effettuati direttamente dal contribuenteattraverso il modello F24, che deve essere presentato in banca o in posta.

Tutti i contribuenti sono obbligati a presentare il modello Redditi esclusivamente per via telematica, direttamente o tramite intermediario abilitato, ad esclusione dei contribuenti che:

  • Pur possedendo redditi che possono essere dichiarati con il modello 730, non possono presentarlo;
  • Pur potendo presentare il 730, devono dichiarare alcuni redditi o comunicare dati utilizzando i relativi quadri del modello Redditi (RM, RT, RW);
  • Devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti.

Obbligo di presentazione

Sono obbligati a utilizzare il modello Redditi Persone fisiche i contribuenti che:

  • Nell’anno precedente (cioè, quello oggetto di dichiarazione) hanno posseduto redditi d’impresa, anche in forma di partecipazione, redditi di lavoro autonomo per i quali è richiesta la partita Ivaredditi “diversi” non compresi fra quelli dichiarabili con il modello 730, plusvalenze derivanti dalla cessione di partecipazioni qualificate o derivanti dalla cessione di partecipazioni non qualificate in società residenti in Paesi o territori a fiscalità privilegiata, i cui titoli non sono negoziati in mercati regolamentati, redditi provenienti da “trust”, in qualità di beneficiario;
  • Nell’anno precedente e/o in quello di presentazione della dichiarazione non risultano residenti in Italia;
  • Devono presentare anche una delle dichiarazioni: Iva, Irap, Modello 770;
  • Devono presentare la dichiarazione per conto di contribuenti deceduti.

Inoltre, anche i contribuenti che utilizzano il modello 730 potrebbero avere la necessità di presentare alcuni quadri del modello Redditi PF (come il quadro RW – Investimenti all’estero e/o attività estere di natura finanziaria – monitoraggio – Ivie/Ivafe).

Termini di versamento

Dal 2017, per effetto del decreto collegato alla Legge di Bilancio, è entrata in vigore la nuova scadenza ires, irap, e irpef per quanto concerne la prima rata, ossia, del saldo anno precedente e primo acconto sull’imposta dei redditi, è il 30 giugno (o il 30 luglio con la maggiorazione dello 0,40) dell’anno in cui si presenta la dichiarazione dei redditi, salvo proroghe approvate e ufficializzate dall’Agenzia delle Entrate.

Errori e dimenticanze

I contribuenti possono integrare la dichiarazione eventualmente già presentata, presentandone una successiva interamente compilata. In questo modo sarà possibile esporre redditi non dichiarati in tutto o in parte o evidenziare oneri deducibili e/o detraibili, non indicati in tutto o in parte nella dichiarazione precedente.

La differenza tra il maggior credito o il minor debito risultante dalla dichiarazione, rispetto all’importo del credito o del debito emerso dalla precedente, potrà essere indicata a rimborso, o come credito da portare in diminuzione da ulteriori importi a debito.

Se viene presentata entro il 30 novembre re si tratterà di una dichiarazione correttiva nei termini. Se viene presentata successivamente al 30 novembre si tratterà di una dichiarazione integrativa.

IMPORTANTE

L’articolo 5, D.L. n. 193/2016 uniforma il termine di presentazione delle dichiarazioni integrative, sia a sfavore che a favore del contribuente. Ci sarà tempo fino al 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stata presentata la dichiarazione incompleta o infedele per correggere eventuali errori ed usufruire del maggior credito derivante dalla dichiarazione dei redditi

Scadenza

Il modello redditi deve essere presentato, in via telematica, entro il 30 novembre dell’anno successivo a quello di chiusura del periodo di imposta. Chi può presentare la dichiarazione ancora in forma cartacea presso gli uffici postali deve farlo tra il 2 maggio e il 30 giugno.

N.B. Le scadenze possono subire variazioni o proroghe, si consiglia pertanto di consultare la sezione del sito www.agenziaentrate.gov.it dedicata allo scadenziario.

Scadenze

30/11/2021

Termine ultimo per la trasmissione all’Agenzia delle Entrate del Modello Redditi 2021.

ELENCO DOCUMENTI

  • Modello Redditi 2021

PRENOTA UN APPUNTAMENTO

Usufruire dei nostri servizi puoi fissare un appuntamento